il nostro magazzino sarà chiuso il 13 e 14 giugno, le spedizioni riprenderanno lunedì

Cistite: sintomi e rimedi

Cistite: sintomi e rimedi
Pubblicato in: Salute e Benessere

La cistite è un disturbo piuttosto comune associato alle basse vie urinarie, che si presenta con maggior frequenza nella popolazione femminile. Nonostante nei casi caratterizzati da sintomatologia severa sia necessario il consulto medico e il trattamento farmacologico, per le affezioni più leggere e per la prevenzione, l'integrazione alimentare si rivela la scelta di prima linea. Vediamo insieme di capire le differenze tra i principali rimedi che possono venirci in aiuto.

Cos’è la cistite?

La cistite è un’infiammazione a carico della vescica, prevalentemente causata da infezioni batteriche, delle quali il principale responsabile è l’Escherichia Coli. Quest’ultimo è un battere presente nella flora dell’ultimo tratto del nostro intestino e talvolta, in presenza di fattori predisponenti, quali una igiene personale aggressiva, l’utilizzo di biancheria sintetica o un abbassamento delle difese immunitarie, acquisisce la capacità di risalire attraverso l’uretra, raggiungendo e colonizzando la vescica.

Per le particolari fattezze anatomiche, generalmente, le donne sono maggiormente colpite da questo disturbo: la minor distanza che intercorre tra intestino ed uretra e la brevità della stessa favoriscono la migrazione batterica, l’infezione e la conseguente infiammazione.

Che sintomi provoca la cistite?

La sintomatologia può essere molto fastidiosa e comprende:

-        necessità di urinare frequentemente;

-        urinare in piccole quantità, pur percependo uno stimolo importante;

-        bruciore e/o dolore alla minzione;

-        sensazione di pesantezza o dolore al basso ventre;

-        urine maleodoranti e/o opache.

Nei casi più severi possono presentarsi anche brividi, nausea, febbre ed ematuria (presenza di sangue nelle urine).

In presenza di questi sintomi è necessario rivolgersi quanto prima al proprio medico curante, che provvederà alla prescrizione della terapia antibiotica più adatta.

Quali buone abitudini possono prevenire la cistite?

L’adozione nel nostro stile di vita di alcune buone abitudini può aiutarci a tenere lontano il rischio di cistite. Sicuramente una buona idratazione, oltre ad essere fondamentale per la nostra salute in generale, è una preziosa alleata per il benessere delle vie urinarie. Una corretta igiene personale, procedendo sempre da davanti verso dietro, e l’utilizzo di detergenti non aggressivi e specifici per il pH fisiologico delle parti intime sono fondamentali. Anche gli indumenti possono concorrere a creare un ambiente favorevole alla crescita batterica e, per questo motivo, soprattutto se si soffre frequentemente di cistite, è sconsigliato l’utilizzo di biancheria intima sintetica e indossare abitualmente pantaloni o abiti troppo stretti.

Quali rimedi possono venirci in aiuto?

Prendiamoci ora un momento per capire insieme quali rimedi possono dimostrarsi utili nella prevenzione e nel trattamento delle affezioni lievi e moderate.

 

D-mannosio

Nei prodotti che possiamo trovare in commercio per la cistite un ruolo importante spetta agli integratori alimentari contenenti D-mannosio. Il mannosio è un monosaccaride, cioè uno zucchero semplice, che, assunto per via orale, non risulta disponibile per l’assorbimento. La sua efficacia è dovuta principalmente a questa proprietà: non venendo utilizzato come fonte energetica dal nostro metabolismo, giunge inalterato alle vie urinarie per essere poi eliminato attraverso le urine. Un’altra preziosa caratteristica, che entra in gioco proprio in sede di escrezione, è la sua capacità di “catturare i batteri”. Spieghiamoci meglio: i microrganismi che causano la cistite possiedono capacità di adesione alla mucosa interna della vescica, grazie alla presenza sulla loro superficie di pili, specifiche appendici, che ne permettono l’ancoraggio e la colonizzazione.

Alcuni batteri, tra cui il già menzionato E. Coli, responsabile della maggior parte delle infezioni urinarie, possiedono pili sensibili proprio al mannosio. In sostanza, questo zucchero è in grado di legarsi a queste piccole appendici, rendendole non più disponibili per il legame con la mucosa vescicale. Di conseguenza, una volta escreto con le urine, il mannosio porta via con sé anche i batteri a cui si è legato. Per la sua efficacia e per la scarsa presenza di effetti collaterali, il mannosio viene considerato un ottimo alleato per il trattamento della cistite.

 

Cranberry

Il cranberry o mirtillo rosso americano è uno dei rimedi più antichi utilizzati per la prevenzione delle infezioni delle vie urinarie. Se ne utilizzano i piccoli frutti rossi, ricchi di antiossidanti e di sostanze amiche del nostro benessere. Il meccanismo d’azione è dovuto alla presenza di proantocianidine, molecole che presentano la capacità di impedire l’adesione dei microrganismi alla parete vescicale. Il mirtillo rosso sembra essere in grado di interferire proprio con la sintesi batterica delle adesine, proteine necessarie al patogeno per l’ancoraggio alla mucosa. Diversi studi hanno evidenziato negli anni l’efficacia del cranberry nella prevenzione delle infezioni urinarie.

 

Uva ursina

Quello dell’uva ursina è sicuramente uno dei fitocomplessi più utilizzati per le sue proprietà antibatteriche. La sua attività è da attribuirsi alla presenza di arbutina, molecola di per sé inattiva, che in vescica a pH basico è convertita in idrochinone. Quest’ultima molecola è la responsabile dell’efficacia poiché presenta spiccato potere antimicrobico e disinfettante. Inoltre, flavonoidi, tannini, triterpeni e mucillagini presenti nell’uva ursina conferiscono preziose proprietà antinfiammatorie e astringenti ai preparati.

 

Fermenti lattici

L’integrazione probiotica, invece, risulta efficace nella prevenzione e nel ripristino delle condizioni di squilibrio della flora batterica residente sulle mucose genitali. La microflora favorevole, infatti, svolge qui un’importante azione protettiva contro i patogeni; l’alterazione di questa barriera difensiva, invece, ne facilita l’ingresso in uretra e vescica. È importante quindi aver cura dei nostri “batteri buoni” con un’integrazione mirata che prevede, generalmente, l’utilizzo di batteri appartenenti al genere Lactobacillus.

 

 

Su econviene.it, puoi trovare i rimedi più adatti alle tue esigenze per il benessere delle vie urinarie: dai detergenti delicati per l’igiene quotidiana, all’integrazione della linea Zero Spreco, che ci permette di prenderci cura della nostra salute, strizzando sempre l’occhio alla sostenibilità e alla convenienza.

 

Tutti i prodotti dedicati alla salute delle vie urinarie li trovi qui. Ricorda che una corretta profilassi può permetterti di evitare problemi e recidive. 

1 anno fa